Regione del Veneto
Intervento cofinanziato dalla
Legge Regionale 36/1995
"Promozione e sviluppo Parchi Scientifici e Tecnologici della Regione Veneto"
Consorzio Veneto Innovazione

La conoscenza, anche se approssimativa, delle proprietà di un vetro rappresenta un valido punto di partenza per il tecnico vetrario che può formulare nuove composizioni senza doverle verificare "sul campo".
Tali informazioni possono risultare preziose anche per il progettista di forni che può dimensionare con maggiore precisione i vari componenti.

Un calcolo teorico delle proprietà di un vetro, come quello qui proposto, è possibile perchè, essendo il vetro un materiale isotropo, il suo comportamento può essere considerato come la somma dei comportamenti individuali dei singoli ossidi che lo compongono.

La Stazione Sperimentale del Vetro, con un lungo lavoro di ricerca, ha recuperato e catalogato in un archivio elettronico i dati di oltre 3500 composizioni vetrarie diverse per tipologia ed utilizzo, ricavandole sia dalla letteratura scientifica che dalle analisi effettuate nella sua attività istituzionale ottenendo una serie di equazioni che descrivono, con una precisione maggiore di quelle oggi riportate in letteratura, il comportamento di un elevato numero di ossidi nei confronti di viscosità, resistenza chimica, coefficiente di dilatazione, calore specifico e resistività elettrica alle alte temperature.

Per poter utilizzare il programma di calcolo è necessario richiedere un codice di accesso alla Stazione Sperimentale del Vetro.
L'accesso è riservato alle aziende contribuenti.

Nome Utente:
Password: